Extra

Corso di aggiornamento in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti FVG

LE NUOVE FRONTIERE DEI SOCIAL
Come hanno cambiato la strategia di comunicazione all’interno
dei festival di cinema

1. Comunicare attraverso i Festival di Cinema: cos’è cambiato con l’avvento dei Social Media?
Relatori:
Gianluca Guerra – Ufficio stampa Science+fiction (TS)
Angela Ruzzoni – Ufficio stampa Le voci dell’inchiesta (PN)
Angela Saponari – Bif&st (BA)
Fosca Pozzar Colinassi – Ufficio stampa Far East Film Festival (UD)

Conduce: Samantha Punis – Ufficio stampa Premio “Sergio Amidei”

A seguire

2. Serie Tv, storytelling e instagram stories: tutto dipende da una buona scrittura e da una buona immagine
Relatori:
Andrea Antoni (Graphic Design – Graffiti & Street Art ed Instagrammer)
Sara Casoli – dottoranda DAMS (Università di Bologna)

Ingresso preferenziale agli iscritti all’Ordine dei giornalisti FVG e degli altri ordini regionali


GIULIA IACOLUTTI. CASA AZUL
12 Luglio – 13 Settembre 2019
studiofaganel, Kinemax
a cura di Sara Occhipinti e Marco Faganel

Per questa edizione del Premio internazionale alla migliore sceneggiatura “Sergio Amidei”, studiofaganel presenta l’esposizione Casa Azul di Giulia Iacolutti (Cattolica, 1985). Casa Azul fa parte di un’indagine socio–visiva sulle storie di cinque donne trans recluse in uno dei penitenziari maschili di Città del Messico. Il progetto mostra il processo di costruzione identitaria e le pratiche corporali di queste persone ritenute abiette sia per la loro identità sia per la condizione d’isolamento. Obbligate a indossare abiti blu, come tutti i detenuti del penitenziario, queste donne chiamano la prigione “la casa blu”, alludendo anche alla costrizione provata nei loro corpi maschili. Grazie alla corruzione, le detenute riescono a contrabbandare alcuni oggetti femminili, proibiti nel carcere maschile, che così diventano strumenti di resistenza identitaria in un ambiente che impone loro la mascolinità. Un manuale di biologia degli anni Novanta, trovato in un’aula della prigione, ha poi attivato un parallelismo con le scienze biologiche che individuano la cellula come unità base della vita. La colorazione con ematossilina ed eosina usata in istologia rende i campioni di tessuto rosa; accanto alle foto stampate in cianotipia – un’antica tecnica di stampa caratterizzata dal blu di Prussia – sono abbinate delle foto al microscopio di cellule prostatiche sane trattate in rosa. Se il blu evoca l’apparenza e l’identità imposta, il rosa si riferisce all’interiorità e all’autodeterminazione. Casa Azul racconta il binario, l’eterna lotta che queste persone affrontano per essere quello che sono: donne. La mostra presenta le fotografie del progetto Casa Azul e il libro pubblicato grazie ad una coedizione italo–francese con le case editrici studiofaganel editore e the(M) éditions.

Inaugurazione venerdì 12 luglio, ore 19.30 presso studiofaganel
Progetto grafico: Andrea Occhipinti (maggotbraingraphics.com)
Video: Luca Chinaglia
Informazioni:
studiofaganel
Viale XXIV Maggio 15/c, 34170 Gorizia
T. +39 0481 81186
www.studiofaganel.com

Palazzo del Cinema–Hiša Filma/Kinemax
Piazza della Vittoria 41, 34170 Gorizia
www.kinemax.it


scabar_mostra_1SERGIO SCABAR. OSCURA CAMERA 1969–2018
28 giugno – 13 ottobre 2019
Erpac – Musei Provinciali Palazzo Attems Petzenstein
Piazza Edmondo De Amicis 2, 34170 Gorizia

Fino al 13 ottobre 2019, Palazzo Attems Petzenstein, sede dei Musei di Gorizia, ospiterà la prima mostra antologica dedicata al fotografo Sergio Scabar, dalle poco note serie degli anni Settanta, sino alle opere della maturità, quando focalizza lo sguardo su soggetti semplici immersi in una luce crepuscolare. Nato nel 1946 a Ronchi dei Legionari, Scabar si avvicina alla fotografia nel 1964 e comincia a esporre nel 1970. Spinto dalle sue esigenze estetiche, da un visivo pittorico nutrito di letture, di cataloghi d’arte fotografica e non, di frequentazioni di mostre e di artisti – a Parigi ha occasione di conoscere e fotografare Man Ray – Scabar inizia a indagare i limiti e le possibilità del processo foto-chimico. Si riappropria così dei metodi, della meticolosità e dei tempi del lavoro artigianale, che richiede precisione e silenzio. La macchina fotografica, che siamo abituati a ritenere un mezzo di riproduzione meccanica, diviene lo strumento imprescindibile del rito della creazione artistica, della nascita dell’immagine: dall’ideazione e dalla composizione in posa degli oggetti tratti dal quotidiano, alla stampa su carta baritata impregnata di gelatina al bromuro d’argento, rigorosamente in esemplare unico e in una gamma tonale bassa, sino alla creazione della cornice.

Ingresso intero: 6 Euro
Ingresso ridotto: 3 Euro (18/25 anni; gruppi di almeno 10 persone; nuclei familiari con minorenni)
Ingresso scolaresche: 1 Euro
Ingresso gratuito: minorenni, insegnanti con scolaresche, accompagnatori turistici o guide, giornalisti, disabili e accompagnatori, tutti la prima domenica del mese
Orari: da martedì a domenica ore 10.00-18.00, chiuso il lunedì
Informazioni:
Erpac – Musei Provinciali Palazzo Attems Petzenstein
Piazza Edmondo De Amicis 2, 34170 Gorizia
T. +39 0481 547541 / T. +39 0481 547499
musei.erpac@regione.fvg.it


Banner_copertina_fbL’INDISPENSABILE SUPERFLUO. ACCESSORI DELLA MODA NELLE COLLEZIONI DELLA FAMIGLIA CORONINI
13 Aprile – 10 Novembre 2019
Palazzo Coronini Cronberg, Viale XX Settembre 14, 34170 Gorizia

Tutt’altro che superflui, gli accessori della moda hanno rappresentato per secoli dei veri e propri status symbol, capaci di rivelare immediatamente non solo la classe sociale di appartenenza ma, talvolta, anche la personalità di chi li portava. Le collezioni Coronini, legate alle vicende di un’antica famiglia aristocratica, offrono da questo punto di vista un osservatorio privilegiato per scoprire, anche con il supporto di dipinti e fotografie, come ogni epoca ebbe le sue “icone di stile”, con proprie regole e cerimoniali che ne disciplinavano l’uso e che condizionavano le abitudini della vita quotidiana. Il Settecento, ad esempio, fu il secolo del ventaglio, l’Ottocento vide il trionfo del cappello, mentre la borsetta, che oggi è tra gli accessori più di tendenza, divenne indispensabile solo nel Novecento. Accanto ad essi molti altri oggetti, talora un po’ démodé, come bastoni da passeggio, fazzoletti, merletti, scialli e tabacchiere (ma anche beni piccoli e preziosi, chiamati OBJETS DE VERTU, come portasigarette, étuis, boccette portasali e carnet di ballo, che con la loro ricchezza decorativa venivano ostentati come i più preziosi accessori di lusso) intendono rivelare il gusto e lo stile degli ultimi discendenti dei conti Coronini, in un percorso suggestivo a ritroso nel tempo, alla scoperta di epoche in cui l’abilità nel maneggiare un ventaglio o nel realizzare in maniera perfetta il nodo della cravatta erano requisiti indispensabili per essere considerati delle vere signore o dei perfetti gentiluomini.

Ingresso intero: 5 Euro
Ridotto studenti: 3 Euro
Gratuito: bambini fino ai 10 anni, disabili
Visite guidate: 3 euro a persona (solo su prenotazione per gruppi di almeno 15 persone)
Orari: da mercoledì a sabato ore 10.00-13.00; 15.00-18.00 / domenica: 10.00-13.00; 15.00-19.00 / chiuso lunedì e martedì
Informazioni:
Palazzo Coronini Cronberg
Viale XX Settembre 14, 34170 Gorizia
T. +39.0481.533485 ; F. +39.0481.547222
www.coronini.it ; info@coronini.it


EVENTI e CONCERTI

9 luglio ore 21.00
GORIZIA GUITAR ORCHESTRA IN CONCERTO
Ingresso libero

11, 12, 15, 16 e 17 Luglio ore 20.30
L’EREDITÀ RUSSA DEI CONTI CORONINI. INTRIGHI E MISTERI DI UNA DINASTIA
Spettacolo itinerante a Palazzo Coronini a cura degli Artisti Associati di Gorizia
Ingresso intero: 8 Euro
Ingresso ridotto: 4 Euro

27 e 28 Luglio ore 18.00
Visita guidata al manoscritto sul gioco degli scacchi di Luca Pacioli nell’ambito del progetto “LE GIORNATE DI LUCA PACIOLI E LEONARDO
Ingresso intero: 5 Euro

27 Luglio ore 21.30
AYNSLEY LISTER
in concerto nell’ambito della 9° edizione di Blue Notte Gorizia Festival 2019
Ingresso libero

Informazioni:
Palazzo Coronini Cronberg
Viale XX Settembre 14, 34170 Gorizia
T. +039 0481 533 485 / Fax +039 0481 547 222
Orari: da mercoledì a sabato ore 10.00-13.00; 15.00-18.00 / domenica: 10.00-13.00; 15.00-19.00
www.coronini.it ; info@coronini.it

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi